L'assertività

L'assertività

  • articolo a cura della Dott.ssa Tania Brandolini

L’assertività è uno stile comunicativo e di relazione con l’altro caratterizzato da rispetto verso se stessi e verso le proprie opinioni che si traduce in una capacità di esprimere i propri bisogni e i propri punti di vista senza soccombere di fronte al giudizio altrui e senza  prevaricare l’altro.

assertivita

Essere persone "assertive" vuol dire vivere i rapporti con gli altri in maniera equilibrata, cioè senza subire e senza aggredire.

Perché è importante per il benessere psicologico essere assertivi?

Che lo vogliamo o no, siamo costantemente e quotidianamente inseriti in una rete di rapporti sociali: in famiglia, nel rapporto di coppia, sull’ambiente di lavoro, nelle amicizie. Pertanto vivere male le relazioni interpersonali può diventare faticoso se pensiamo a quanto frequentemente dobbiamo rapportarci e comunicare con le altre persone.

Inoltre, la capacità di essere assertivi incide fortemente sulla nostra autostima: non riuscire a farsi rispettare o non riuscire a rispettare l'altro (ad esempio all'interno del rapporto di coppia, o nei rapporti lavorativi) può farci sentire inadeguati, frustrati e generare ansia e rabbia.

Fortunatamente è possibile imparare ad essere assertivi. Per farlo è fondamentale diventare consapevoli di come ci si relaziona solitamente con gli altri nei vari contesti.

Se tendenzialmente subiamo il giudizio altrui, abbiamo difficoltà ad esprimere il nostro punto di vista, non riusciamo a dire di no quando lo vorremmo, e abbiamo paura di sbagliare, abbiamo un comportamento passivo.

Può succedere che la persona passiva, dopo aver accumulato un'eccessiva frustrazione, "scoppi" e si comporti in modo aggressivo, sentendosi in seguito in colpa e ritornando al suo iniziale atteggiamento passivo, così come la persona aggressiva potrebbe non avere un atteggiamento prevaricante sempre e con chiunque, ma solo in determinate situazioni.

Se la persona passiva solitamente percepisce il suo disagio, è più raro che ciò accada per la persona aggressiva, che solitamente si rende conto del suo atteggiamento disfunzionale nel momento in cui sono gli altri a segnalarglielo isolandola o ponendo dei limiti.

Se invece tendiamo a criticare gli altri, non li ascoltiamo, decidiamo per loro senza interpellarli, non sappiamo chiedere scusa, abbiamo un comportamento aggressivo.

Una volta fatto questo, da soli o con l’aiuto di uno psicologo, è possibile iniziare a mettere in atto dei comportamenti differenti dai soliti, orientati alla sana espressione del proprio pensiero e al rispetto del punto di vista altrui, provando di volta in volta i vantaggi di un comportamento assertivo: una migliore stima di sé e una maggiore soddisfazione nel rapporto con le altre persone.

 

Dott.ssa Tania Brandolini
Psicologa Pavia

 

Dott.ssa Tania Brandolini - Psicologo Pavia

Sede: Via Cesare Battisti, 21, Pavia | Via Giovanni Plana, 99, 27058 Voghera PV

tania.brandolini@gmail.com

Partita IVA: 02353250182

declino responsabilità | privacy | codice deontologico

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Tania Brandolini .
Ultima modifica: 24/05/2016

www.Psicologi-Italia.it

© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.