MEDIAZIONE FAMILIARE: CHE COS'È?

MEDIAZIONE FAMILIARE: CHE COS'È?

  • articolo a cura della Dott.ssa Tania Brandolini

Oggi si sente spesso parlare di mediazione familiare nelle situazioni di separazione e divorzio.

Tanto che in linea generale molti sanno che si tratta di un'intervento per separarsi bene, per tutelare i figli, per continuare ad essere genitori insieme dopo la separazione.

consulenza-coppia

Non sempre però chi ne parla sa veramente di cosa si tratti nello specifico, ed esiste ancora parecchia confusione tra la mediazione familiare ed altri interventi a sostegno della famiglia.

La mediazione familiare può essere così definita: un aiuto rivolto a coppie di genitori separati o in fase di separazione per affrontare gli aspetti che riguardano la relazione affettiva ed educativa con i propri figli e per trovare accordi concreti sulle gestione di essi.

Da questa definizione si possono dedurre gli aspetti fondamentali della mediazione familiare: la salvaguardia della bi-genitorialità, l'attenzione per la gestione concreta dei figli nella quotidianità, la centralità della relazione con i figli.

Il mediatore familiare è un professionista che ha una formazione specifica (per approfondimenti vedi ) e che si pone come un terzo neutrale che aiuta la coppia a confrontarsi per quanto riguarda le difficoltà legate alla loro situazione di genitori separati.

In mediazione familiare si parla, per esempio, di come comunicare ai figli la separazione, delle regole condivise e dello stile educativo che si intende adottare, dell'organizzazione della nuova quotidianità dei/con i figli, e di tutto ciò che i genitori stessi portano come argomento critico da affrontare.

Condizioni indispensabili per un buon esito del percorso sono:

  • motivazione da parte di entrambi a dialogare e a trovare accordi;
  • momento favorevole per intraprendere la mediazione: in alcuni casi i genitori possono non essere ancora pronti ad affrontare la mediazione, ma ciò non significa che non lo saranno in seguito.

La mediazione familiare non è una consulenza legale, non è una consulenza psicologica n´ una psicoterapia.

La mediazione familiare si fonda sull'idea che ci sia qualcosa di buono da salvare anche in un legame che è finito a livello di coppia ma che si trasforma, continuando ad esistere a livello genitoriale.


Bibliografia:

  • EMERY R., Il divorzio. Rinegoziare le relazioni familiari, Franco Angeli, 2004
  • OLIVIERO FERRARIS A., Dai figli non si divorzia, Rizzoli, 2005
  • PARKINSON L., Separazione, divorzio e mediazione familiare, Erikson, 1998.
  • SCABINI E., CIGOLI V., Il familiare. Legami, simboli e transizioni, Milano, Raffaello Cortina, 2000

Dott.ssa Tania Brandolini
Psicologa Pavia

 

Dott.ssa Tania Brandolini - Psicologo Pavia

Sede: Via Cesare Battisti, 21, Pavia | Via Giovanni Plana, 99, 27058 Voghera PV

tania.brandolini@gmail.com

Partita IVA: 02353250182

declino responsabilità | privacy | cookies policy | codice deontologico

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Tania Brandolini .
Ultima modifica: 24/05/2016

www.Psicologi-Italia.it

© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.