In famiglia, quale comunicazione?

In famiglia, quale comunicazione?

  • articolo a cura della Dott.ssa Tania Brandolini

In famiglia, quale comunicazione?” è un libro scritto dallo psicologo statunitense Marshall B. Rosenberg , ideatore della “Comunicazione Non Violenta”.

In famiglia, quale comunicazione?

In questo breve testo l’autore riesce a trattare con semplicità e leggerezza un tema profondo e delicato come quello della comunicazione in famiglia.

Facendo riferimento alle modalità comunicative che Rosenberg definisce “Linguaggio giraffa” (atteggiamento di ascolto e accoglienza, espressione dei propri bisogni ed emozioni) e “Linguaggio Sciacallo” (modalità comunicativa basata sul giudizio e l’interpretazione) delinea i punti chiave per una comunicazione efficace e non aggressiva: l’importanza di attenersi ai fatti anziché avere fretta di formulare un giudizio;  la consapevolezza dei nostri bisogni e di ciò che proviamo, per poterlo poi esprimere con modalità adeguate all’altro;la capacità di fare richieste precise e concrete in modo che l’altra persona possa capire con chiarezza quello che ci aspettiamo da lei.

Queste capacità possono essere apprese o affinate innanzitutto imparando ad osservare il proprio modo di comunicare e di relazionarsi agli altri ed allenandosi all’ascolto non giudicante.

Tali principi di “Comunicazione Non Violenta” possono essere applicati in ogni contesto, ma nella fattispecie questo libro ne descrive l’applicazione in ambito familiare, riportando esempi concreti di incomprensioni di coppia o tra genitore e figlio, in cui ogni lettore può ritrovarsi.

Dott.ssa Tania Brandolini
Psicologa Pavia

 

Dott.ssa Tania Brandolini - Psicologo Pavia

Sede: Via Cesare Battisti, 21, Pavia | Via Giovanni Plana, 99, 27058 Voghera PV

tania.brandolini@gmail.com

Partita IVA: 02353250182

declino responsabilità | privacy | codice deontologico

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Tania Brandolini .
Ultima modifica: 24/05/2016

www.Psicologi-Italia.it

© 2016. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.